Frate Cassio Opera omnia

Una raccolta di opere musicali di una delle più misteriose figure del '900. EROM Edizioni 2019

Contenuto:

  1. Mazurka per mandolino e chitarra (Il Plettro, 1924)
  2. Tempo di Mazurka (Il Plettro, 1931)
  3. Mazurka (edizione Vizzari, 1932)
  4. Valzer (Il Plettro, 1932)
  5. Solitudine (Il Plettro, 1933)
  6. Piccola Elegia (Il Plettro, 1933)
  7. Preludio in Do minore (Il Plettro, 1934)
  8. Gavotta (La Chitarra, 1934)
  9. Tre Coserelle (Il Plettro, maggio 1936)

Il nome di Frate Cassio Da Velletri rimane ancora oggi tra i compositori e chitarristi ignoti della prima metà del Novecento, sebbene sulla sua persona anche di recente si siano spese molte parole e fatte molte congetture, su blog, articoli e libri (si veda la Bibliografia). Oggi almeno possiamo però comprendere che la voce “Fray Cassio” alla pag. 330 del celebrato Diccionario Biografico - Bibliografico - Historico - Critico de Guitarristas (1934) di Domingo Prat, era basata su precisi fatti, ovvero una lettera del nostro (1919) e una sua musica pubblicata (1931):

VELLETRI, Frate Cassio da. ~ Distinto amante della chitarra e organista di cappella, a Roma, anno 1920. Frate Cassio da Velletri è l’autore di una “Mazurca” per chitarra, in cui mostra buon gusto e conoscenza dell’armonia. Il suo piacevole lavoro si sviluppa così: una parte è in Sol maggiore e l’altra, che funge da entrata e conclusione, in Re maggiore. L’opera è di rapido impiego, non essendo complicata da difficoltà insormontabili.
[...]

[dalla Prefazione di M. Bazzotti]