Stampa

Maria Rita Brondi

(1889-1941)

Maria Rita Brondi, 1937Maria Rita Brondi (5 luglio 1889-1 luglio 1941) fu concertista, cantante, compositrice ed uno dei primi storici dello strumento in Italia. Nata a Rimini, fu allieva dell'anziano Luigi Mozzani, e poi, dal 1907, di F. Tárrega (che le dedicò un Minuetto, edito dal periodico "Il Plettro"). Concertista sia alla chitarra moderna che a quella barocca - che alternava durante i suoi concerti - e cantante, possedeva una consistente collezione di strumenti a pizzico antichi tra cui una chitarra del '600 attribuita a Stradivari.
Era anche rinomata per l'uso di lunghe unghie ed una artificiale metallica sul pollice (si veda la voce "unghie" nel celebre Diccionario di D. Prat).

La sua ricerca nel campo della storia della chitarra ebbero il frutto con le voci "Liuto" e "Chitarra" nella celebre enciclopedia Treccani ed il volume "Liuto e chitarra" (cfr. la bibliografia). Fu anche in contatto epistolare con il musicologo Oscar Chilesotti, senza tuttavia mai conoscerlo.

Tra le sue opere sono da menzionare la melodia popolare Melodia del Sannio, con accordatura aperta di Sol maggiore, e Studio, editi da Chiappino di Torino (cfr. la bibliografia), non sono note altre pagine (come la "Romance au rouet" per voce e chitarra), oltre a svariate trascrizioni, in fase di ripubblicazione.

 

Maria Rita Brondi

Opere di Maria Rita Brondi

  1. Melodia del Sannio (Chiappino/Eurarte),
  2. Studio (Chiappino/Eurarte),
  3. Romance au rouet (canto e chitarra)

Bibliografia