Just Classical Guitar Club

il club degli amanti della chitarra con corde di nylon

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
E-mail Stampa PDF

Leonida Squarzoni

(1915-2000)

Leonida Squarzoni, 1940Leonida Squarzoni nacque a Ferrara nel 1915, fu uno dei pochi chitarristi professionisti e concertisti della sua generazione. Nel 1939 ricevette il diploma di primo grado con punti 30/30 alla II Accademia indetta da Il Plettro.  In un articolo pubblicato sul periodico "La Chitarra" nel 1940, in occasione del suo quarto posto al COncorso di Bolzano, si legge:

“Nato a Ferrara nel 1915. Iniziò lo studio della chitarra sotto la guida del chitarrista Giorgio Balboni con l’ausilio dei melodi Carulli, Nava e Sor. Animato da una grande passione e volontà e mercè le sue evidenti disposizioni, poté realizzare in breve tempo dei veri progressi nonché approfondirsi in molti brani del repertorio chitarristico. Più tardi, dopo alcune lezioni di perfezionamento impartitegli dal prof. Terzi, tentò alcune esibizioni in pubblico, a Ferrara e a Milano, che gli procurarono consensi ed approvazioni.”

Visse a Milano negli anni '50-'70, ove prese lezioni da Benvenuto Terzi, e fu titolare dello strumento nell'Orchestra Sinfonica della RAI di Milano e nell'Orchestra del Teatro alla Scala.
Tornato a Ferrara  tenne diverse scuole di chitarra classica (Club Amici dell'Arte, Santo Stefano e Università Popolare) dalle quali estrapolò un certo numero di allievi per formare il Gruppo Chitarristico Ferrarese (nato agli inizi degli anni '80), che egli diresse fino alla sua morte.
Visse in antagonismo con l’altro chitarrista ferrarese Giorgio Balboni, del quale inizialmente era stato allievo alcuni decenni prima, altyernandosi nelle file dei chitarristi dell'Orchestra a Plettro “Gino Neri”.

Ebbe numerosi allievi, anche raggiunta l’età della pensione ma ancora attivo ed entusiasta, che portò tutti a livelli qualificanti: tra essi la giovane Elena Càsoli, della quale fu il primo maestro.

Ha lasciato alcune incisioni dal vivo e radiofoniche, specialemente con musiche di B. Terzi, che sono conservate dai suoi allievi ed estimatori.

Recentamente la traccia Serenata di Franz Schubert (rev. B. Terzi) è stata ristampata come bonus track nel CD di Giacomo Parimbelli, La Chitarra di Pietro Gallinotti, liutaio di Solero.

Registrazioni di Leonida Squarzoni

  1. Frescobaldi - Aria con variazioni "La Frescobalda"
  2. L. Boccherini - Minuetto
  3. I. Albeniz    - Asturias
  4. L. van Beethoven - Chiaro di luna
  5. J. Rodrigo    - Adagio dal concerto di Aranjuez
  6. E. Granados    - Danza spagnola n. 5
  7. G. F. Handel    - Gavotta
  8. Anonimo    - Romanza dal film "Giochi proibiti"
  9. E. Lecuona    - Malagueña
  10. E. Grieg    - li mattino
  11. B. Terzi    - Nevicata
  12. J. Brahms    - Ninna nanna e valzer
  13. F. Schubert    - Celebre serenata
  14. M. Jarre    - Tema di Lara
  15. F. Chopin    - Tristezza
  16. H. Stothart    - Valzer delle candele

Registrazioni dal vivo di un concerto musiche composte o trascritte da B. Terzi

  1. Serenata di Franz Schubert (trascr. B. Terzi)
  2. Mandolina di F. Thomé (trascr. B. Terzi)
  3. Berceuse Op.48 n.2
  4. Nostalgie.. (Tempo di Minuetto) op. 1
  5. Sera di Maggio (Barcarola) op. 2
  6. Nevicata (Pastorale), op. 29
  7. Malinconie autunnali
  8. Serenata Alpestre Op. 9
  9. Imitando l'arpa (Preludio) Op.36
  10. Trillo-Tremolo

Alcune di queste tracce sono ascoltabili all'interno del Just Classical Guitar Club.

Nota bibliografica

  1. I premiati al II° Concorso Nazionale di chitarra, in «La Chitarra», anno VI, n. 2, febbraio 1939, pp. 9-11.
  2. Guitar Review No. 11 (1950), Portraits: Luigi Mozzani; Giovanni Murtula; Leonida Squarzoni; Sara Stegani; Maria Rita Brondi; Mario Gangi; Giuseppi Farranto; Benvenuto Terzi; Pietro Volpini.